Terremoti nel sud Italia

Mappa storica dei terremoti – fonte NGV

In Italia si sente spesso, in televisione, alla radio o sui giornali, di scosse di terremoto che hanno colpito una zona interna, soprattutto in montagna. Pochi sanno che frequentemente sono colpite le coste a sud dell’Italia, come ad esempio la Campania e la Calabria, e proprio quest’ultima è la regione più a rischio. Recentemente (2016, ndr) una scossa di magnitudo 4.3 è stata registrata ad una profondità di 270 chilometri, con epicentro tra Maratea e Sapri, entrambe nel Golfo di Policastro: fortunatamente sono stati in pochi ad avvertire la scossa di terremoto e non ci sono stati danni a persone o edifici. Un altra scossa di 2.7 ha interessato Sapri; è da notare che questi due terremoti sono avvenuti a distanza di poco tempo uno dall’altro.

Leggi tutto “Terremoti nel sud Italia”

Un’immagine dal passato

Raro reperto di arte mobiliare rinvenuto a Torraca (SA)

La pietra pesce di Torraca (SA). Foto E. Vaiano

Di recente, ricercatori e studiosi locali hanno effettuato un importante rinvenimento in località Grottoni di Torraca. Questa zona calcarea del comune cilentano va rivelando aspetti geologici ed archeologici di estremo interesse, la cui reale portata solo ricerche approfondite potranno definire. Gli autori del ritrovamento (Enzo, Francesco Maria, Tiziano, Vincenzo e Giuseppe) hanno informato la Soprintendenza archeologica della Campania, prendendo in custodia il reperto rinvenuto.

Leggi tutto “Un’immagine dal passato”

La riforma agraria di Tiberio Gracco

Tiberio Sempronio Gracco

Nel 133 a.C. Tiberio Sempronio Gracco, politico romano della fazione dei Populares, la quale nella vita politica della Repubblica romana sosteneva le istanze del popolo, divenuto tribuno della plebe propose con l’aiuto del pontefice massimo Crasso e del console Publio Muzio Scevola un’importante legge agraria che, come si vedrà, gli costò la vita. Ma innanzitutto cosa proponeva tale legge? E quale fu la situazione che condusse al proponimento di tale riforma? Leggi tutto “La riforma agraria di Tiberio Gracco”

Luoghi d’otium

Perché visitare il Golfo di Policastro?
La risposta non ha bisogno di essere cercata a lungo! Basta infatti osservare il Golfo in foto o in cartolina che a chiunque viene la voglia di fare le valigie e partire, per avere la possibilità di vivere in prima persona quello che ha da offrire: clima mite, panorama e mare mozzafiato. E’ la meta perfetta per chi ama rilassarsi in luoghi paradisiaci, ma non solo; il Golfo di Policastro infatti è ricco di storia ed è pronto a raccontarla agli appassionati che vogliono ascoltarla ed è anche pronto a mostrare i segni lasciati dalle antiche popolazioni agli amanti di archeologia. Leggi tutto “Luoghi d’otium”

In un mare di cultura

Sapri vista da Santa Croce

Nel bel mezzo della costa mediterranea nella regione Campania al confine con le regioni Basilicata e Calabria si estende una distesa di acqua che prende il nome di Golfo di Policastro, dove il mare si fonde con la vegetazione della macchia e dove la cultura dei popoli caratterizza ogni angolo del golfo. Un ambiente circoscritto di bellezze artistiche e contenente un’abbondanza di acqua. Leggi tutto “In un mare di cultura”